Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy cliccando qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
  • Sei in Marzabotto / LOCALITA' / localita'
  • Marzabotto

    (localita' a Marzabotto)
    Marzabotto

    Contatto: Municipio di Marzabotto
    Piazza XX Settembre, 1 40043 Marzabotto BO
    Tel. 051 6780511 Fax 051 931350
    Urp@comune.marzabotto.bo.it   www.comune.marzabotto.bo.it  
    Come arrivare: Marzabotto è posto lungo la Strada Statale 64 "Porrettana" a 26 Km da Bologna. E' servita dalla rete ferroviaria Bologna Porretta Terme con una stazione in paese. Il raccordo autostradale più vicino è quello di Sasso Marconi Km. 25.
    Periodo apertura: Tutto l'anno


    Marzabotto è meta obbligata per chi s'interessa di archeologia, ed in particolare dell'affascinante cultura Etrusca.
    La zona archeologica di Pian di Misano si trova a monte del paese: gli scavi hanno rivelato che l'antica città etrusca (IV sec. a.C.) aveva fonderie e officine ceramiche ed era molto attiva nell'industria dei laterizi.
    L'impianto della città era ortogonale con una rete di canalette di scolo ed i suoi edifici erano decorati con terrecotte dipinte.

    I reperti sono conservati all'annesso Museo Archeologico Pompeo Aria ed è possibile visitare gli scavi condotti dall'istituto di Archeologia dell'Università di Bologna: la città (che misurava un perimetro forse maggiore di 3.500 metri), le necropoli ed i monumenti dell'acropoli. Nella zona sono emersi ritrovamenti anche di epoca villanoviana, del Neolitico e del periodo gallo-celtico.
    Il paese di Marzabotto, medaglia d'oro al valore militare, è tragicamente noto per l'atroce strage di 730 persone uccise dai nazisti durante la seconda guerra mondiale. Nel 1959 s'inaugurò in paese il Sacrario dei Caduti, che richiama molti visitatori.
    Nell'area collinare circostante si può visitare il Parco storico di Monte Sole. Il parco tutela la bellezza paesaggistica del luogo e contemporaneamente, grazie al graduale restauro dei vecchi casolari, vuole recuperare l'aspetto originario della zona (che prima dell'eccidio era molto popolata ed è in seguito caduta in lento degrado).
    Nel territorio comunale di Marzabotto, in località Ca' Le Scope, si trova l'unico campeggio naturista della regione: è gestito dall'Associazione Naturista Bolognese e dispone anche di un campeggio riservato ai soci che vi convergono da ogni parte d'Europa.
    Pochi chilometri prima di Marzabotto, sempre sulla Strada Statale 64, merita uno sguardo l'antica roccaforte dei turbolenti conti di Panico. Questi scomodissimi confinanti, titolari del più potente feudo dell'Appennino Bolognese, diedero molto filo da torcere a Bologna che, dopo lo smacco di una grave sconfitta, riuscì ad annientarli nel 1305 con una pesante strage.

    Superficie comunale: Kmq. 74,51
    Altitudine: m 0 - 200
    Densità: Ab./Kmq. 80


  • Informazioni a cura della Redazione dell'Appennino Bolognese
    Ultimo aggiornamento: 27/03/15     (NewsID: 5154)
segnaliamo