Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy cliccando qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
  • Sei in Sasso Marconi / SCOPRI IL TERRITORIO / ARTE E CULTURA / musei, gallerie
  • Museo e mausoleo Guglielmo Marconi

    (musei, gallerie a Sasso Marconi)
    Museo e mausoleo Guglielmo Marconi

    Contatto: Informazioni e prenotazioni: 051 846121
    Loc. Pontecchio, Via Celestini, 1 40044 Sasso Marconi BO
    Tel. 051-846121 Fax 051-846951
    info@fgm.it   www.fgm.it  
    Orario: Si può accedere al Museo Marconi solo accompagnati da una guida
    Lunedì-venerdì: visite esclusivamente su prenotazione, la mattina e/o il primo pomeriggio, con possibilità di concordare l'orario
    Domenica: visita alle ore 10 (prenotazione obbligatoria per gruppi numerosi)
    tel. per aperture speciali
    Prezzo intero: € 5

    Il museo e il mausoleo di Guglielmo Marconi sono a Villa Griffone, gestiti dalla Fondazione Guglielmo Marconi che fu istituita nel 1938. Villa Griffone è il luogo in cui l'inventore bolognese mise a punto il sistema di telegrafia senza fili che poi diffuse in tutto il mondo.

    Museo Marconi
    Grazie all'integrazione di apparati storici, ipertesti, filmati e dispositivi interattivi, il visitatore ha la possibilità di ripercorrere le vicende che hanno caratterizzato la formazione e la vita di Guglielmo Marconi con un’attenzione particolare per il periodo che va dal 1895 (primi esperimenti di telegrafia senza fili) al 1901 (lancio del primo segnale radio attraverso l'Atlantico).

    Il Museo ospita una serie di accurate ricostruzioni funzionanti di apparati scientifici dell’Ottocento collocate in diverse "isole espositive" dedicate ad alcune tappe fondamentali della storia dell'elettricità, ai precursori della storia della radio, alle applicazioni marittime dell'invenzione marconiana. Durante il percorso sono inoltre illustrati alcuni fondamentali sviluppi delle radiocomunicazioni nel XX secolo, in particolare il passaggio dalla radiotelegrafia alla radiofonia e alla radiodiffusione. In mostra sono inoltre presenti interessanti documenti relativi alla formazione di Guglielmo Marconi (esposti nella celebre "stanza dei bachi") e alla sua attività di imprenditore nella Compagnia che egli fondò nel 1897 e che tuttora porta il suo nome.

    Tra le attività che il Museo promuove vi è un programma di divulgazione scientifica per le scuole che si avvale di un laboratorio di esperimenti didattici relativi alla storia dell'elettricità, all'elettromagnetismo e alle telecomunicazioni.


  • Informazioni a cura della Redazione dell'Appennino Bolognese
    Ultimo aggiornamento: 09/12/15     (NewsID: 2040407)
segnaliamo