Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy cliccando qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
  • Sei in SCOPRI IL TERRITORIO / PERSONAGGI, STORIA, TRADIZIONI / personaggi illustri
  • Enzo Biagi

    (personaggi illustri a Lizzano In Belvedere)
    Enzo Biagi

    Pianaccio di Lizzano in Belvedere BO
    http://it.wikipedia.org/wiki/Enzo_Biagi  


    Enzo Biagi (Pianaccio 9 agosto 1920 - Milano 6 novembre 2007), giornalista, scrittore e conduttore televisivo italiano
    Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana

    L'idea di diventare giornalista gli nacque dopo aver letto Martin Eden di Jack London. Frequentò l'istituto tecnico, dove con altri compagni diede vita ad una piccola rivista studentesca, Il Picchio, che si occupava soprattutto di vita scolastica. Il Picchio fu soppresso dopo qualche mese dal regime fascista e da allora nacque in Biagi una forte indole antifascista.
    Nel 1944 aderì alla Resistenza. Terminata la guerra, entrò con le truppe alleate a Bologna e fu proprio lui ad annunciare alla radio locale l'avvenuta liberazione. Poco dopo fu assunto come inviato speciale e critico cinematografico al Resto del Carlino.

    Ha collaborato con i seguenti giornali: Corriere della Sera, La Repubblica, Panorama, Oggi, L'Espresso, Il Resto del Carlino, Epoca, La Stampa, Il Giornale Nuovo.
    Nel 1961 inizia la collaborazione con la RAI che prosegue fino ai giorni nostri con alterne vicende.

    Nel 1995 iniziò la trasmissione Il Fatto, un programma di approfondimento dopo il Tg1 sui principali fatti del giorno, di cui Biagi era autore e conduttore. Nel 2004 Il Fatto, che mediamente era seguito da oltre 6.000.000 di telespettatori, fu nominato da una giuria di giornalisti il miglior programma giornalistico realizzato nei cinquant'anni della Rai.
    Negli ultimi anni scriveva sul settimanale L'Espresso, sulla rivista Oggi e sul Corriere della Sera.
    Il 22 aprile 2007 è tornato in tv con "RT - Rotocalco Televisivo", aprendo la trasmissione dicendo: "Buonasera, scusate se sono un po' commosso e, magari, si vede. C'è stato qualche inconveniente tecnico e l'intervallo è durato cinque anni. Mi aveva avvolto la nebbia della politica"
    Argomento della puntata fu la resistenza, sia in senso moderno, come di chi resiste alla camorra, fino alla Resistenza storica, con interviste a chi l'ha vissuta in prima persona.


  • Informazioni a cura della Redazione dell'Appennino Bolognese
    Ultimo aggiornamento: 08/02/15     (NewsID: 5011826)
segnaliamo