Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy cliccando qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
  • Sei in Granaglione / ENOGASTRONOMIA / PRODOTTI TIPICI / prodotti tipici
  • La farina di castagne

    (prodotti tipici a Granaglione)
    La farina di castagne

    Via Bovecchia, 139 (Consorzio Castanicoltori) 40030 Granaglione, Comune di Alto Reno Terme BO
    Tel. 0534 62352


    La farina di castagne dolce, è un prodotto garantito e certificato quale prodotto biologico dalla Bioagricoop, Organismo di certificazione della produzioni biologiche.
    Il Consorzio volontario Castanicoltori Granaglione grazie al recupero del seccatoio chiamato il "Caniccio" realizza la trasformazione delle castagne in farina. Le castagne seccate vengono portate al Mulino di Randaragna (a poca distanza dal Caniccio), per essere appunto macinate. Chi soggiorna nella Valle del Randaragna deve assaggiare i piatti locali di una volta ancora vivi nella gastronomia locale. Dalla farinasi ottengo deliziosi prodotti culanari che vale la pena di assaggiare: i Necci - sorta di schiaccia morbida ottenuta impastando la farina di castagne con acqua e sale e cotti fra due foglie di castagno poste nel testo di cottura. Vengono gustate con salumi; la Polenta dolce - un alimento dei montanari di sapore diverso da quella ottenuta dalla farina gialla come è diversa la preparazione; le Frittelle dolci - ottenute con la farina di castagne, impastate con acqua e sale e poi fritte in strutto bollente; il Castagnaccio - la vera torta dei montanari, ottenuta impastando la farina di castagne con pinoli, uvetta sultanina, zucchero in modo da ottenere un dolce unico e prelibato.

  • Scheda 3 di 3      Inizio     < Indietro   

    Informazioni a cura della Redazione dell'Appennino Bolognese
    Ultimo aggiornamento: 15/03/21     (NewsID: 5320)
segnaliamo